La città della banda

PROGETTO IN SVILUPPO

Per quasi vent’anni, dalla fine degli anni settanta alla metà degli anni novanta, Roma è stata il teatro del potere criminale di un’organizzazione che ha fatto affari con tutte le mafie e con pezzi dello Stato e delle Forze dell’ordine, che ha lasciato sull’asfalto decine di morti, trafficando in cocaina, eroina, armi e sequestri di persona. E’ la Banda della Magliana, un’agenzia del crimine spietata e sanguinaria, che dalle periferie è andata alla conquista del cielo. Della Banda della Magliana si è già raccontato tutto o quasi. Quello che però fino a questo momento è rimasto fuori è il punto di vista degli investigatori, di chi per anni ha ascoltato telefonate intercettate, ha aspettato ore in appostamenti e pedinato gli uomini della banda di nascosto attraverso le strade dei quartieri di tutta la città. E’ stato un percorso lungo e pieno di insidie, di ostacoli e di sconfitte, un viaggio che ha portato a sconfiggere completamente l’organizzazione criminale che ha avuto nel corso degli anni appoggi e affiliazioni di uomini e organizzazioni del tutto insospettabili. Quello delle indagini, del gruppo di poliziotti della squadra mobile di Roma che ha dedicato tutta la loro vita a catturare la Banda, è l’angolo da cui si vuole entrare negli eventi delittuosi che hanno sconvolto la capitale e non solo, nei lunghi anni di potere criminale. Sono state indagini complicate e difficili, ma che riescono a fornire allo spettatore per la prima volta il reale e indiscusso potere dell’organizzazione, che non è stato solo quello degli omicidi, dei sequestri, del traffico di droga e di armi, ma anche quello dell’essere riuscito a penetrare poteri dello Stato con la corruzione e con la sua capacità di avere affiliati e perseguire gli interessi di altre e più potenti organizzazioni criminali come quelle di Cosa Nostra, di Camorra e di ‘Ndrangheta. Il punto di vista degli investigatori permette di conoscere aspetti e fatti non conosciuti della storia della Banda della Magliana; di sentirne le loro voci originali (intercettazioni) di ascoltarne le parole (i verbali dei pentiti), di vederli in azione(pedinamenti). Tutto materiale inedito e per la prima volta mostrato al pubblico

Altro da È DOC&LIGHT